Divano: come scegliere quello giusto per il tuo soggiorno

Così tante cose da fare, così tanti divani per casa
(ilfugigibi, Twitter)

Da sempre il divano ha un’attrattiva particolare su tutti noi, soprattutto se alla fine di una giornata impegnativa. Un divano comodo e accogliente diventa un posto sicuro, diventa l’opzione privilegiata per trascorrere una serata in totale relax, per fare un piccolo riposino, guardarsi un film, leggere un libro o, semplicemente, starsene lì e pensare.

Per tutte queste ragioni scegliere quello giusto ha molteplici implicazioni, estetiche, funzionali, di comodità.

Divano: come posizionarlo a seconda dell’ambiente living a disposizione

Per collocare il divano nel modo migliore possibile è importante studiare lo spazio e capire qual è la soluzione ideale per evitare intralci. Nel caso di una cucina con open space, o di living particolarmente ariosi, si può utilizzare il divano come una sorta di separee, per creare ambienti distinti ma pur sempre in comunicazione fra loro.
Per ulteriori suggerimenti: “Come Disporre i Divani in Salotto: Tutte le Soluzioni Possibili“.

Divani a L o singoli

Sul mercato le soluzioni disponibili sono sempre più variegate. Tuttavia le due tipologie di divano più richieste restano due: il divano a “L”, che forma un angolo da affiancare alla parete o da lasciare esterno, e il divano singolo, spesso abbinato a un secondo divano o a delle poltrone.
Entrambe le possibilità sono legate ovviamente al gusto personale, ma è utile anche ragionare in termini di funzionalità e di atmosfera che si vuol creare. Il divano a L consente di ottimizzare lo spazio, offrendo al tempo stesso più di una seduta. È una soluzione moderna, pratica, giovanile, generalmente dotata anche di letti estraibili o contenitori salva-spazio.

Divano angolare reclinabile

Il divano singolo ben si adatta a contesti più spaziosi e, nelle sue forme più tradizionali, a contesti più formali. Per certi aspetti permette anche di sbizzarrisi di più con soluzioni componibili e aggiunta di elementi differenti: poltrone, pouf o un doppio divano.

Divalo letto sfoderabile

Divani: tessuto o pelle?

Anche in questo caso la scelta dipende da una serie di fattori, dalla preferenza di stile ad aspetti più pragamatici: ad esempio, se hai un gatto o altri animali domestici che potrebbero rapidamente compromettere gli esterni del tuo nuovo divano. In questo caso è consigliabile l’acquisto di un divano con rivestimenti estraibili e intercambiabli, facili da gestire e lavare.
La pelle resta il materiale di maggiore durata e qualità; ma ha anche i suoi incovenienti: la manutenzione è più complessa e d’estate, senza l’ausilio di un copri-divano, l’effetto ceretta è più che probabile.
Per orientarti ancora meglio sulle differenze: “Divano in pelle o in tessuto? 5 regole per scegliere quello giusto per te“.

Divani: il colore giusto

Scegli il colore del tuo divano preservando uno sguardo d’insieme al resto dell’arredamento: colori chiari e tinte pastello ben si adattano a contesti sia classici che moderni; le tinte scure potrebbero dare un effetto di restringimento dello spazio, ma sono di certo sempre eleganti e sofisticate. In ogni caso, spazio a fantasia e creatività!

Divano tinte chiare

Vieni a trovarci nel nostro showroom per scoprire i nostri divani o inizia a dare un’occhiata sul catalogo online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *