Camerette. Come coinvolgere i bambini nel riordino

La vita con dei bambini in casa rende le attività domestiche particolarmente complicate. In queste settimane, poi, la chiusura delle scuole ha di certo impattato sulle loro abitudini e sulla nostra routine. Il rischio, quindi, è che soprattutto le loro camerette siano in preda al caos più totale considerato che, per ovvie ragioni, ci stanno trascorrendo molto più tempo.

Non dobbiamo però lasciarci prendere dal panico, anzi, approfittiamo di questa situazione eccezionale per coinvolgere anche i più piccoli nelle operazioni di riordino: a cominciare proprio dagli spazi di loro competenza.

Abituarli quanto prima a dedicare anche solo dieci minuti al giorno a sistemare le cose lasciate in giro è un modo per responsabilizzarli gradualmente alla cura del loro ambiente, e per insegnargli a portare a termine dei piccoli compiti nel rispetto di tutti gli abitanti della casa.

Cameretta – Giochi

Bambini e camerette. 10 minuti al giorno per togliere il caos di torno

A fine giornata, magari prima di cena, ricordate ai bambini di dare un’occhiata alla loro stanza e di sistemare le cose fuori posto. Magari le prime volte fatelo insieme a loro, mettendo un po’ di musica allegra di sottofondo: un clima sereno e giocoso li aiuterà a non sentirsi oppressi dal dovere, e a affrontare i loro piccoli compiti con piacere e maggior tranquillità.

Scomparti, contenitori ed etichette colorate. Bambini, ordine e fantasia

Dota la loro cameretta di tutti gli scaffali e contenitori necessari per organizzare i loro giochi, libri e abiti, nel modo più comodo e semplice possibile.Un modo carino per coinvolgerli nel riordino senza annoiarli è proporgli di etichettare i vari spazi e contenitori con post-it disegnati e scritti da loro. Potranno così affiancare l’attività di riordino con una più fantasiosa e creativa: disegnare e colorare.

Scaffali cameretta

Scegli insieme a loro cosa è superfluo

Soprattutto quando si tratta dei nostri bambini, fare selezione nelle loro camerette delle cose che non servono più è tutt’altro che semplice, perché i loro oggetti e indumenti rappresentano spesso un ricordo speciale e hanno per noi un importante valore affettivo. Sappiamo però che non è sempre così, e che in realtà le loro stanze sono spesso piene anche di giochi o abiti nuovi che, per una qualche ragione, non vengono utilizzati e non servono. Ecco, periodicamente passiamo in rassegna armadi e scomparti insieme a loro, e discutiamo insieme di cosa possiamo fare a meno.

Ricordiamoci però di svolgere queste attività con il sorriso, perché le cose fatte di buon umore riescono meglio, sia ai grandi che ai più piccini.

Continua a seguirci sul nostro blog per restare aggiornato con noi sul mondo della casa e sulle nostre novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *